Homepage    Sfoglia Finanza&Fisco      Contenuti    Prodotti collegati    Servizi collegati     Link utili    Abbonamenti

  - INAIL -

 Circolare n. 59 del 10 ottobre 2003

 

Oggetto: Modifica dei termini per la presentazione delle denunce di esercizio, di variazione e di cessazione dell’attività di cui all’art.12 del Testo Unico approvato con DPR 30 giugno 1965, n.1124.

Quadro normativo

·         D.P.R. n. 1124 del 30 giugno 1965 "Testo Unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (T.U.)" Art.12:
denunce di esercizio, di variazione e di cessazione dell’attività.

·         Delibera del Consiglio di amministrazione n. 376 del 27 giugno 2002: “Modifica dei termini per la presentazione delle denunce di esercizio, di variazione e di cessazione dell’attività, di cui all’art.12 del Testo Unico approvato con DPR 30 giugno 1965, n.1124”.

·         Decreto ministeriale del 19 settembre 20031 :
Modifica dei termini per la presentazione delle denunce di esercizio, di variazione e di cessazione dell’attività, di cui all’art.12 del Testo Unico approvato con DPR 30 giugno 1965, n.1124.

Premessa

Il decreto ministeriale del 19 settembre 2003, con il quale è stata approvata la delibera del Consiglio di amministrazione n. 376 del 27 giugno 2002, ha modificato i termini previsti dall’articolo 12 del citato T.U. per la presentazione delle denunce di esercizio, di variazione e di cessazione dell’attività.

Come noto, l’articolo 12 del T.U. prevedeva che il datore di lavoro, che svolgesse lavorazioni per le quali ricorreva l’obbligo assicurativo, fosse tenuto a comunicare tutti gli elementi e le indicazioni sulle attività che intendeva intraprendere, almeno cinque giorni prima dell’inizio dei lavori.

Con riferimento invece alle modifiche di estensione e di natura del rischio, oltre che alla cessazione della lavorazione, il termine fissato dal succitato art.12 per la relativa denuncia era di otto giorni da quello in cui le variazioni si erano verificate.

Analogo termine era previsto per la comunicazione delle variazioni anagrafiche.

Nuova disciplina

Come anticipato in premessa, il decreto ministeriale del 19 settembre 2003 ha modificato i termini suddetti facendo coincidere la data della denuncia di esercizio con l'inizio dell'attività lavorativa e fissando il termine di trenta giorni per la denuncia delle modificazioni di estensione e di natura del rischio assicurato, della cessazione della lavorazione e delle variazioni anagrafiche.

Ai sensi della nuova disposizione pertanto:

·         la denuncia di esercizio va effettuata contestualmente all’inizio dei lavori;

·         le denunce di variazione e le denunce di cessazione dell’attività vanno effettuate non oltre il trentesimo giorno da quello in cui le modificazioni o variazioni si sono verificate.

Ambito applicativo

Le disposizioni in argomento si applicano agli eventi (inizio attività– variazioni – cessazioni) verificatisi a fare data dall’entrata in vigore del decreto in parola (9 ottobre 2003). Per quelli verificatisi anteriormente a tale data vigono, evidentemente, i termini previsti dal previgente articolo 12 T.U.

E’ da sottolineare, in proposito, come nel caso di denunce presentate successivamente alla data di entrata in vigore del decreto, ma riferentesi ad eventi verificatisi prima di tale data, non sarà dunque applicabile la nuova disciplina.

Istruzioni operative

E’ in corso di realizzazione l’adeguamento della procedura GRA ai nuovi termini per la presentazione delle denunce in esame.

Nelle more si invitano le Strutture a prestare la massima attenzione alla data di verificazione dell’evento onde evitare la notifica di sanzioni che, pure elaborate dall’attuale procedura informatica, risultassero non dovute ai sensi della nuova disciplina.

NOTE
_______________________________
1. Allegato 1 (pubblicato su G.U. n. 235 del 9 ottobre 2003).

IL DIRETTORE GENERALE f.f.
  Dr. Pasquale ACCONCIA