Logo8.gif (19488 byte)

Sfoglia
Finanza & Fisco

getacro.gif (1090 byte)
Scarica il Reader di Acrobat

 

scheda_sfo.GIF (418 byte)

Archivio riviste

cop2.jpg (3253 byte)

V
scheda_cont.gif (1099 byte)

   I commenti
   La legislazione
   La prassi
   La giurisprudenza
  
  

scheda_prod.gif (1178 byte)

Dossier  e   Raccoglitori

Indice in CD-Rom

scheda_que.gif (1136 byte)

roberto5.jpg (18643 byte)

scheda_mul.gif (1157 byte)

La rivista in CD-Rom

scheda_archivio.gif (1092 byte)

Archivio
e ricerca nel Web

scheda.jpg (995 byte)

Abbonarsi a F&F

Contattateci

Link utili


schedand.jpg (1303 byte)bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)

 

 

Il Sommario del settimanale n. 26 del 2014

*ATTENZIONE: gli articoli di questo numero della rivista
sono consultabili solo dagli abbonati registrati

bottone.gif (698 byte) Clicca qui per estendere il tuo abbonamento "Anteprima on line"
   È gratis per gli abbonati a "Finanza & Fisco". REGISTRATI SUBITO!

 

 

 

file PDF L'adesione ai verbali di constatazione che consentono l'emissione di accertamenti parziali non preclude l'impugnabilità del successivo atto di definizione
di Giuseppe Rossi

file PDF Atto di adesione al PVC: impugnabile se non considera agevolazioni e perdite utilizzabili rilevanti ai fini della determinazione del carico tributario. I principi costituzionali del diritto alla difesa ex art. 24, Cost. e di capacità contributiva ex art. 53, Cost. presidiano la giusta tassazione

Commissione Tributaria Regionale della Liguria - Sezione VI - Sentenza n. 569 del 23 aprile 2014: «CONTENZIOSO TRIBUTARIO - Procedimento di appello - Atto di appello - Contenuto - Indicazione delle parti nei cui confronti il ricorso in appello è proposto - Appello indicante come controparte l'Agenzia delle Entrate, Ufficio di Genova soppresso con provvedimento direttoriale dell'Agenzia delle entrate del 7 giugno 2010, invece che la Direzione provinciale di Genova - Mancanza o assoluta incertezza della parte contro cui l'appello e proposto - Configurabilità - Esclusione - Ragioni - Distribuzione delle competenze all'interno dell'Agenzia delle entrate disposta con provvedimento direttoriale di natura organizzativa - Natura - Efficacia - Opponibilità al ricorrente - Esclusione - Fondamento - Art. 53 del D.Lgs. 31/12/1992, n. 546 • ADESIONE AI VERBALI DI CONSTATAZIONE - Istanza di adesione al PVC - Atto di definizione - Presenza di nuovi elementi rilevanti ai fini della determinazione carico tributario - Esistenza di agevolazioni fiscali concernenti il reddito dichiarato e di perdite fiscali ancora non utilizzate per incapienza del reddito dichiarato - Rilevanza - Applicazione del principio costituzionale della capacità contributiva - Conseguenze - Illegittimità del recupero a tassazione di un maggior reddito che non tiene conto dell'agevolazioni e della perdite utilizzabili surriferite - Conseguenze su piano processuale - Impugnabilità dell'atto di definizione - Art. 5-bis, D.Lgs. del 19/06/1997, n. 218, introdotto dall'art. 83, comma 18, del DL 25/06/2008 n. 112, conv., con mod., dalla L 06/06/2008, n. 133 - Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 03/08/2009 - Art 19, del D.Lgs. 31/12/1992, n. 546 - Art. 100 c.p.c. - Artt. 24 e 53 Cost.»

file PDF Impugnabile l'atto di adesione al PVC

Commissione Tributaria Provinciale di Rieti - Sezione I - Sentenza n. 84 del 7 maggio 2013: «CONTENZIOSO TRIBUTARIO - Procedimento - Atti impugnabili - Elencazione di cui all'art. 19 del D.Lgs. n. 546 del 1992 - Tassatività - Facoltà di impugnare ulteriori tipologie di atti - Ammissibilità - Istanza di adesione al PVC - Atto di definizione - Impugnabilità - Art. 5-bis, D.Lgs. del 19/06/1997, n. 218, introdotto dall'art. 83, comma 18, del DL 25/06/2008 n. 112, conv., con mod., dalla L 06/06/2008, n. 133 - Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 03/08/2009 - Art. 19, del D.Lgs. 31/12/1992, n. 546 - Art. 100 c.p.c. - Art. 24 Cost.»

 

 

 


 

file PDF Non è (sempre) possibile "allungare" di un anno l'accertamento nel vecchio redditometro in presenza di asserita dichiarazione omessa. Il c.d. effetto "domino". La recente giurisprudenza di Alvise Bullo
 

file PDF Redditometro per il periodo d'imposta 2008: la decadenza del termine per l'accertamento relativo al 2007 travolge l'accertamento sintetico

Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia - Sezione III - Sentenza n. 325 del 9 luglio 2014: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - Accertamento sintetico (redditometro) - Accertamento del reddito complessivo netto delle persone fisiche determinato sinteticamente - Divario per due o più annualità del reddito dichiarato da quello presuntivamente accertato - Necessità - Rilevata difformità per due periodi di imposta tra reddito dichiarato e reddito accertato - Intervenuta decadenza del termine per l'accertamento della prima annualità (nella specie 2007) - Conseguenze - Annullamento dell'accertamento per l'anno d'imposta 2008 - Art. 38, quarto e quinto comma, del DPR 29/09/1973, n. 600»
 

file PDF La decadenza della potestà accertativa di una delle due annualità assunte a riferimento per il ricorso al redditometro delegittima l'intera procedura

Commissione Tributaria Provinciale di Padova - Sezione I - Sentenza n. 687 del 25 settembre 2014: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - Accertamento sintetico (redditometro) - Accertamento del reddito complessivo netto delle persone fisiche determinato sinteticamente - Divario per due o più annualità del reddito dichiarato da quello presuntivamente accertato - Necessità - Rilevata difformità per due periodi di imposta tra reddito dichiarato e reddito accertato - Intervenuta decadenza del termine per l'accertamento della prima annualità (nella specie 2007) - Conseguenze - Annullamento dell'accertamento per entrambi gli anni del biennio 2007/2008 - Art. 38, quarto e quinto comma, del DPR 29/09/1973, n. 600»

 

 

 


 

file PDF Presunzione prelevamenti bancari non giustificati = compensi del lavoratore autonomo: irragionevole l'estensione ai redditi da lavoro autonomo della presunzione "costi-ricavi" propria del reddito di impresa 

Corte Costituzionale - Sentenza n. 228 del 6 ottobre 2014: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - Accesso ai conti bancari del contribuente professionista - Presunzioni basate sulle movimentazioni bancarie - Presunzione di corrispondenza dei prelevamenti finanziari non giustificati e non contabilizzati a compensi professionali - Irragionevole estensione ai redditi da lavoro autonomo della presunzione "costi-ricavi" propria del reddito di impresa - Ricostruzione abnorme del reddito professionale - Violazione dei principi di uguaglianza e di ragionevolezza - Identificazione di un elemento di capacità contributiva, estraneo alla tipologia del reddito professionale - Conseguenze - Illegittimità costituzionale dell'art. 32, comma 1, numero 2), secondo periodo, del DPR 600/1973 limitatamente alle parole «o compensi» - Art. 32, comma 1°, n. 2, secondo periodo, del DPR 29/09/1973, n. 600, come modificato dall'art. 1, comma 402, lett. a), n. 1, della L 30/12/2004, n. 311 - Artt. 3 e 53 della Costituzione»

 

 

 

 

VIZIO DI MOTIVAZIONE CENSURABILE
NUOVA FORMULAZIONE DELL'ART. 360, N. 5) C.P.C.
 

file PDF Controllo della motivazione delle sentenze e inammissibilità in caso cd. doppia conforme: le Sezioni Unite della Corte di cassazione affermano l'applicabilità al processo tributario delle modifiche al giudizio di legittimità introdotte con l'art. 54 del D.L. 83/2012

Corte Suprema di Cassazione - Sezioni Unite Civili - Sentenza n. 8053 del 7 aprile 2014: «IMPUGNAZIONI CIVILI - Ricorso per cassazione - Giurisdizioni speciali (impugnabilità) - Contenzioso tributario - Commissioni Tributarie - Impugnazione della sentenza della Commissione Tributaria Regionale - Disposizioni sul ricorso per cassazione di cui all'art. 54 del DL n. 83 del 2012 - Applicazione - Fondamento - Art. 348-ter e 360, comma 1, n. 5, c.p.c. - Art. 62, del D.Lgs. 31/12/1992, n. 546 - Art. 54, del DL 22/06/2012, n. 83, conv., con mod., dalla L 07/08/2012, n. 134 • IMPUGNAZIONI CIVILI - Ricorso per cassazione - Motivi del ricorso - Vizi di motivazione - Riformulazione dell'art. 360, primo comma, n. 5, cod. proc. civ. ad opera del DL n. 83 del 2012 - Portata - Sindacato di legittimità sulla motivazione - Riduzione al "minimo costituzionale" - Fondamento - Conseguenze - Art. 111 Cost. - Art. 12 Preleggi - Art. 360, comma 1, n. 5 c.p.c. - Art. 54, del DL 22/06/2012, n. 83, conv., con mod., dalla L 07/08/2012, n. 134 • IMPUGNAZIONI CIVILI - Ricorso per cassazione - Motivi del ricorso - Motivo di cui all'art. 360, n. 5, cod. proc. civ. riformulato dal DL n. 83 del 2012 - Vizio di omesso esame - Rilevanza - Condizioni - Artt. 360, comma 1, n. 5, 366, com. 1, n. 6 e 369, comma 2, n. 4 c.p.c. - Art. 54, del DL 22/06/2012, n. 83, conv., con mod., dalla L 07/08/2012, n. 134»

file PDF Il ridotto ambito del vizio di motivazione censurabile con ricorso in Cassazione dopo le modifiche dell'art. 360, n. 5, cod. proc. civ. ad opera del "Decreto Sviluppo" (D.L. n. 83/2012)

Corte Suprema di Cassazione - Sezioni Unite Civili - Sentenza n. 19881 del 22 settembre 2014: «IMPUGNAZIONI CIVILI - Ricorso per cassazione - Vizi di motivazione - Contenuto della sentenza - Mancanza della motivazione - Violazione di legge - Requisiti - Mancanza o contraddittorietà delle argomentazioni - Art. 132, n. 4, c.p.c. • IMPUGNAZIONI CIVILI - Ricorso per cassazione - Vizi di motivazione - Disposizioni di cui all'art. 54 del "Decreto Sviluppo" - Censure attinenti al difetto di motivazione - Riformulazione dell'art. 360, primo comma, n. 5, cod. proc. civ. ad opera del DL n. 83 del 2012 applicabile ai ricorsi proposti avverso provvedimenti depositati successivamente alla sua entrata in vigore (11 settembre 2012) - Portata - Sindacato di legittimità sulla motivazione - Rapporto fra art. 360, n. 5, cod. proc. civ. novellato ed art. 111, secondo comma, Cost. - Riduzione al "minimo costituzionale" - Fondamento - Conseguenze - Art. 54, comma 1, lett. b), del DL 22/06/2012, n. 83, conv., con mod., dalla L 07/08/2012, n. 134 - N. 5 dell'art. 360 c.p.c. - Art. 111 Cost.»

 

 

 


 

file PDF Se costi pluriennali sono stati dedotti in maniera errata dal contribuente, il Fisco in sede di accertamento deve ricostruire la corretta imposizione fiscale ed evitare la doppia imposizione

Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia - Sezione I - Sentenza n. 134 del 5 marzo 2014: «IMPOSTE SUI REDDITI - Redditi di impresa - Rimanenze - Opere e servizi in corso di esecuzione - Correlazione tra costi e ricavi - Principio di continuità dei valori in bilancio - Principio di corretta imposizione - Divieto della doppia imposizione - Applicazione - Corretta imposizione tributaria e corretta attività della P.A. - Necessità - Artt. 93, 109 e 163, del DPR 22/12/1986, n. 917 - Art. 53 Cost.»

 

 

 


 

file PDF Tutto pronto per registrarsi al Moss (Mini one stop shop), il portale Ue dedicato agli operatori del commercio elettronico, delle telecomunicazioni e dei servizi radiotelevisivi. Dal 1° gennaio stop a identificativi Iva nei singoli Stati membri

Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 30 settembre 2014, prot. n. 122854/2014: «Definizione delle modalità operative per la registrazione, ai fini dell'IVA, di cui all'articolo 2, comma 3, del regolamento (UE) n. 967/2012 del Consiglio, del 9 ottobre 2012, recante disposizioni di applicazione della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune di imposta sul valore aggiunto»

file PDF Per l'e-commerce "puro" non esistono deroghe alla fatturazione: a legislazione vigente le operazioni di commercio elettronico diretto territorialmente rilevanti in Italia sono soggette all'obbligo di documentazione mediante fattura

Atti parlamentari - Interrogazione n. 5-03615 — Causi della Commissione VI Finanze della Camera - Resoconti di martedì 23 e mercoledì 24 settembre 2014 - recante: «Semplificazione degli obblighi di fatturazione, certificazione ed indicazione del codice fiscale per il commercio elettronico diretto»

 

 

 

 


 

file PDF Regolamenti UE sul regime "de minimis": il nuovo modello di dichiarazione per la fruizione delle agevolazioni contributive erogate dall'INPS in conformità al regime comunitario  

Circolare INPS - Direzione Centrale Entrate - n. 102 del 3 settembre 2014: «LAVORO - Apprendistato - Sgravi contributivi connessi all'istituto contrattuale - Incentivi per favorire la ricollocazione lavorativa di soggetti privi di occupazione e beneficiari dell'ASPI - Incentivi per l'assunzione di lavoratori iscritti nella "Banca dati per l'occupazione dei giovani genitori" - Rispetto della regola "de minimis" - Regolamenti (UE) n. 1407/2013 e n. 1408/2013 in vigore dal 1° gennaio 2014 - Nuovo modello di dichiarazione da utilizzare per la fruizione degli aiuti "de minimis" erogati dall'INPS»  

 

 

 


 

file PDF Trasformazione di società unipersonale in impresa individuale

Studio n. 545-2014/I del Consiglio Nazionale del Notariato - Approvato dall'Area Scientifica - Studi d'Impresa il 9 luglio 2014