Logo8.gif (19488 byte)

Sfoglia
Finanza & Fisco

getacro.gif (1090 byte)
Scarica il Reader di Acrobat

 

scheda_sfo.GIF (418 byte)

Archivio riviste

cop2.jpg (3253 byte)

V
scheda_cont.gif (1099 byte)

   I commenti
   La legislazione
   La prassi
   La giurisprudenza
  
  

scheda_prod.gif (1178 byte)

Dossier  e   Raccoglitori

Indice in CD-Rom

scheda_que.gif (1136 byte)

roberto5.jpg (18643 byte)

scheda_mul.gif (1157 byte)

La rivista in CD-Rom

scheda_archivio.gif (1092 byte)

Archivio
e ricerca nel Web

scheda.jpg (995 byte)

Abbonarsi a F&F

Contattateci

Link utili


schedand.jpg (1303 byte)bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)
bianco.jpg (1211 byte)

 

 

Il Sommario del settimanale n. 02 del 2013

*ATTENZIONE: gli articoli di questo numero della rivista
sono consultabili solo dagli abbonati registrati

bottone.gif (698 byte) Clicca qui per estendere il tuo abbonamento "Anteprima on line"
   È gratis per gli abbonati a "Finanza & Fisco". REGISTRATI SUBITO!

 

 

 

file PDF Le principali novità del Modello Unico PF 2013
di Debora Ricco

 

 

 

file PDF Accesso domiciliare e nei locali adibiti promiscuamente ad attività lavorativa e ad abitazione: autorizzazione del Procuratore della Repubblica, tutela differita ed invalidità derivata dell’avviso di accertamento in caso di illegittimità di Alvise Bullo e Fabrizio Dominici

file PDF Irregolarità nell’ispezione presso l’abitazione rilevanti sul procedimento di formazione della pretesa tributaria: differita e dinanzi alle Commissioni Tributarie la tutela avverso il vizio di motivazione del provvedimento autorizzativo, emesso dal PM in difetto di «gravi indizi di violazione di norme tributarie» Corte Suprema di Cassazione - Sezione Civile Tributaria - Sentenza n. 631 del 18 gennaio 2012: «GIURISDIZIONE CIVILE - ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Accertamenti e controlli - Poteri degli uffici - Accessi, ispezioni e verifiche - Giurisdizione in materia tributaria - Controversie relative ai tributi elencati dall’art. 2 del D.Lgs. n. 546 del 1992 - Carattere esclusivo - Caso di specie - Avviso di accertamento - Motivazione ed onere della prova - Accesso domiciliare - Ispezione presso l’abitazione dell’amministratore della società - Condizioni - Autorizzazione del procuratore della Repubblica ex artt. 33 del DPR n. 600 del 1973 e 52 del DPR n. 633 del 1972 - Esistenza di indizi gravi di violazioni tributarie - Denunciato vizio di invalidità del provvedimento autorizzativo emesso dal PM - Soggetto al sindacato da parte del giudice tributario in ordine alla effettiva esistenza dei gravi indizi - Eccezione della carenza di motivazione del decreto della Procura della Repubblica - Mancata esibizione e produzione in giudizio della nota con cui la GdF aveva chiesto al locale Procuratore della Repubblica l’autorizzazione all’accesso presso l’abitazione privata - Difetto della possibilità di riscontro dell’esistenza di presupposti di legittimità del provvedimento autorizzativo - Conseguenza - Configurazione di difetto del requisito motivazionale del provvedimento impositivo indipendentemente dall’assolvimento di un onere di prova - Art. 2, del D.Lgs. 31/12/1992, n. 546 - Art. 52, del DPR 26/10/1972, n. 633 - Art. 33 e 42 del DPR 29/09/1973, n. 600»

file PDF Accesso in abitazione: spetta al giudice tributario verificare la presenza nel decreto autorizzativo di una motivazione sulla sussistenza dei gravi motivi e verificare Corte Suprema di Cassazione - Sezione Civile Tributaria - Sentenza n. 17957 del 19 ottobre 2012: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Accertamenti e controlli - Poteri degli uffici - Accessi, ispezioni e verifiche - Autorizzazioni - Accesso domiciliare - Autorizzazione del procuratore della Repubblica ex art. 52 del DPR n. 633 del 1972 - Presupposti - Sindacato da parte del giudice tributario - Verifica in ordine ai gravi indizi del verificarsi dell’illecito fiscale - Conseguenze - Richiesta di accesso degli organi accertatori al P.M. - Produzione in giudizio - Necessità - Art. 52, del DPR 26/10/1972, n. 633 - Art. 33 del DPR 29/09/1973, n. 600 - Artt. 14 e 113 Cost»

file PDF Per l’accesso in locali di impresa o di studio professionale comunicanti con l’abitazione necessaria l’autorizzazione del Procuratore della Repubblica — Corte Suprema di Cassazione - Sezione Civile Tributaria - Sentenza n. 4140 del 20 febbraio 2013: «IVA (Imposta sul valore aggiunto) - Accertamento e riscossione - Attribuzioni e poteri degli uffici IVA - Accessi, ispezioni, verifiche - Autorizzazioni - Immobile adibito a sede dell’impresa e (in locali comunicanti) ad abitazione familiare - Locali adibiti ad abitazione e locali adibiti a opificio distinti ma adiacenti e comunicanti - Immobile adibito a uso promiscuo - Locali destinati anche ad abitazione del contribuente - Nozione - Autorizzazione del Procuratore della Repubblica prevista dal comma 1, del D.P.R. n. 633/1972 - Necessità - Mancanza di tale autorizzazione - Conseguenze - Art. 52, del DPR 26/10/1972, n. 633 - Art. 33, del DPR 29/09/1973, n. 600 - Art. 14, Cost.»

file PDF L’autorizzazione rilasciata dall’A.G. per l’accesso in luogo specifico, non consente la verifica in locali diversi da quelli indicati, neanche se l’abitazione è quello della convivente ed è lo stesso contribuente ad ammettere di risiedervi abitualmente — Corte Suprema di Cassazione - Sezione Civile Tributaria - Sentenza n. 4498 del 22 febbraio 2013: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - Accertamenti e controlli - Poteri degli uffici delle imposte - Accessi, ispezioni e verifiche - Accesso domiciliare - Autorizzazione del procuratore della Repubblica ex artt. 33 del DPR n. 600 del 1973 e 52 del DPR n. 633 del 1972 - Natura - Funzioni - Conseguenze - Sindacabilità da parte del giudice tributario - Sussistenza - Accesso presso un’abitazione privata - Accesso autorizzato dal P.M. presso l’abitazione del contribuente - Legittimità solo dello specifico accesso autorizzato - Conseguenze - Accesso presso altra abitazione nella disponibilità della convivente - Abitazione di fatto del contribuente - Irrilevanza - Illegittimità dell’accesso - Fondamento - Ritrovamento di documentazione contabile riferita al contribuente sottoposto al controllo fiscale - Irrilevanza - Art. 52, del DPR 26/10/1972, n. 633 - Art. 33, del DPR 29/09/1973, n. 600 - Art. 14, Cost.»

 

 

 

file PDF La lista Falciani è acquisita in modo illegittimo: non può essere utilizzata dal Fisco Italiano, nemmeno per applicare le sanzioni per non aver compilato il modulo RW

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia - Sezione XX - Sentenza n. 11 del 28 gennaio 2013: «ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI - MONITORAGGIO FISCALE - Sanzioni per l’omessa dichiarazione annuale per gli investimenti e le attività di natura finanziaria all’estero - Disponibilità detenute all’estero non dichiarate - Riferimento a dati illecitamente acquisiti all’origine e poi utilizzati in differenti contesti e procedimenti - Inammissibilità dei mezzi probatori illegittimamente acquisiti - Fondamento - Caso di specie - Documenti cartacei acquisiti irritualmente e trasmessi all’Amministrazione Finanziaria italiana dalla Amministrazione francese - Acquisizione dei dati tramite l’accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico - Art. 4, del DL 28/06/1990, n. 167, conv., con mod., dalla L 04/08/1990, n. 227 - Art. 52, del DPR 26/10/1972, n. 633 - Art. 33, del DPR 29/09/1973, n. 600 - Art. 615-ter c.p.»

 

 

 

file PDF Procedimento penale per dichiarazione infedele dei redditi nei confronti di un contribuente incluso nella lista Falciani: rigettata la richiesta di distruzione dei dati contenuti nella lista in assenza di prova certa circa l’origine illecita degli atti acquisiti dall’A.F. Italiana

Corte Suprema di Cassazione - Sezione III Penale - Sentenza n. 38753 del 4 ottobre 2012: «PENALE TRIBUTARIO - Reati Tributari - Delitti in materia di dichiarazione - Dichiarazione infedele - Prova - Conservazione della documentazione - Distruzione di documentazione con esito inutilizzabile per irrituale acquisizione iniziale - Documenti occulti attestanti disponibilità detenute all’estero non dichiarate - Risultanze provenienti trasmissione di dati e notizie acquisite presso l’amministrazione fiscale francese attraverso i canali della collaborazione informativa internazionale (cd. lista Falciani) - Richiesta di distruzione della documentazione di formazione illecita - Richiesta di distruzione di allegati al verbale redatto dalla Guardia di Finanza, trattandosi di documenti acquisiti illegalmente - Condizioni - Certezza della prova della illegalità della originaria raccolta all’estero - Necessità - Art. 4, del D.Lgs. 10/03/2000, n. 74 - Artt. 191 e 240 c.p.p.»

 

 

 

file PDF Opposizione all’esecuzione sui beni e sui frutti del fondo patrimoniale: il debitore opponente deve provare l’estraneità del debito ai bisogni familiari

Corte Suprema di Cassazione - Sezione III Civile - Sentenza n. 2970 del 7 febbraio 2013: «FAMIGLIA - Matrimonio - Rapporti patrimoniali tra coniugi - Fondo patrimoniale - Esecuzione sui beni e sui frutti del fondo - Condizioni - Debiti contratti per le necessità della famiglia - Estraneità a detti bisogni - Prova - Onere del debitore - Fondamento - Artt. 167 e 170 c.c. - Art. 2697 c.c. • FONDO PATRIMONIALE - Esecuzione sui beni e sui frutti - Applicazione art. 170 c.c. - Condizioni - Debiti contratti per le necessità della famiglia - Accertamento relativo - Criteri - Fonte e ragione del rapporto di diretta e immediata con i bisogni della famiglia - Artt. 167 e 170 c.c.»

 

 

 

file PDF Cancellata l’ipoteca esattoriale iscritta sull’immobile di proprietà esclusiva di uno dei coniugi conferito nel fondo patrimoniale se il debito fiscale deriva dall’obbligazione solidale per aver presentato dichiarazione congiunta

Tribunale di Ferrara - Sentenza n. 9 del 10 gennaio 2013: «ESECUZIONE FORZATA - Opposizioni all’esecuzione - Distinzione dall’opposizione agli atti esecutivi - Differenze - Conseguenze - Caso di specie - Domanda di cancellazione dell’ipoteca legale iscritta su immobile già conferito in fondo patrimoniale - Art. 615 c.p.c. • RISCOSSIONE - FONDO PATRIMONIALE - Riscossione coattiva - Espropriazione immobiliare - Iscrizione di ipoteca su immobile per crediti tributari - Iscrizione ipotecaria ex art. 77, del DPR 29/09/1973, n. 602 - Opposizione - Fondo patrimoniale - Esecuzione sui beni e frutti - Debiti estranei ai bisogni della famiglia - IRFEF e sanzioni per obbligazioni da responsabilità solidale dei coniugi che hanno presentato dichiarazione congiunta dei redditi - Divieto - Applicazione dell’art. 170 c.c. - Eccezione ex art. 170 codice civile proponibile nei confronti dei crediti fatti valere dall’agente della riscossione - Ammissibilità - Conseguenze - Cancellazione di iscrizione ipotecaria in quanto illegittimamente effettuata • FAMIGLIA - Matrimonio - Rapporti patrimoniali tra coniugi - SOLIDARIETÀ TRIBUTARIA - Coniugi - Dichiarazione congiunta dei redditi - Responsabilità solidale ex art. 17 della legge n. 114 del 1977 - Fondo patrimoniale - Esecuzione sui beni e frutti - Riscossione coattiva - Iscrizione ipotecaria - Ammissibilità - Condizioni - Caso di specie - Iscrizione di ipoteca adottata dall’agente della riscossione su immobile di proprietà esclusiva di uno dei coniugi conferito nel fondo patrimoniale in relazione ad obbligazioni per cartella esattoriale per debiti tributari del marito, quale obbligata in applicazione della responsabilità solidale dei coniugi prevista dall’art. 17, ultimo comma, della L 13/04/1977, n. 114 - Debito tributario derivante da comportamento non riconducibile alla sfera volitiva e cognitiva del coniuge ma solo dalla modalità adottata per la presentazione della dichiarazione dei redditi (congiunta) - Conseguenze - Estraneità del debito tributario rispetto al soddisfacimento dei bisogni della famiglia, naturale destinazione del fondo patrimoniale - Illegittimità dell’iscrizione ipotecaria - Artt. 167 e 170 c.c. - Art. 77, del DPR 29/09/1973, n. 602 - Art. 17, della L del 14/04/1977, n. 114»

 

 

 

file PDF Responsabilità tra appaltatore e subappaltatore per il versamento di ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e Iva e sanzioni al committente: esclusi gli appalti di fornitura dei beni, i contratti d’opera e quelli di trasporto

Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 2 E del 1° marzo 2013: «RESPONSABILITÀ PER LE OBBLIGAZIONI TRIBUTARIE - SANZIONI - Responsabilità solidale negli appalti di opere e servizi - Responsabilità dell’appaltatore per il versamento all’Erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell’IVA dovuta dal subappaltatore in relazione alle prestazioni effettuate nell’ambito del contratto - Decorrenza degli effetti della nuova disciplina in caso rinnovo del contratto successivamente al 12 agosto 2012 - Ambito oggettivo di applicazione - Adempimenti per l’esonero dell’impresa appaltatrice dalla responsabilità solidale - Adempimenti per la non applicazione delle sanzioni al committente - Certificazione idonea ad attestare la regolarità dei versamenti delle ritenute e dell’IVA - Asseverazioni prestate dai CAF Imprese e dai professionisti abilitati - Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del DPR n. 445 del 2000 con cui l’appaltatore/subappaltatore attesta l’avvenuto adempimento degli obblighi richiesti - Attestazione della regolarità fiscale in ipotesi di cessione del credito a terzi - Art. 35, commi 28, 28-bis e 28-ter, del DL 04/07/2006, n. 223, conv., con mod., dalla L 04/08/2006, n. 248 - Art. 13-ter del DL 22/06/2012, n. 83, conv., con mod., dalla L 07/08/2012, n. 134 - Art. 1655 del c.c.»

 

 

 

file PDF Il leasing finanziario: regolamentazione della risoluzione del contratto a seguito della riforma della legge fallimentare

Circolare della Fondazione Centro Studi dell’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili n. 11 del 7 febbraio 2013

 

 

 

file PDF Il trattamento fiscale dei trasferimenti nella soluzione della crisi del matrimonio secondo la circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 27/E del 21 giugno 2012

Studio n. 128-2012/T del Consiglio Nazionale del Notariato - approvato dalla Commissione studi tributari il 21 settembre 2012

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

bottone.gif (698 byte) Abbonati a
Finanza & Fisco