COMUNICATO STAMPA

 

Assegni e vaglia trasferibili: dal 30 aprile banche e Poste comunicheranno i dati identificativi a Entrate e Finanza

Al via le nuove modalità di trasmissione telematica dei dati identificativi dei cittadini a cui siano stati rilasciati o che abbiano incassato assegni trasferibili. A partire da mercoledì prossimo le banche e le Poste avranno trenta giorni di tempo dal ricevimento delle richieste da parte delle Entrate e della Guardia di finanza per comunicare le informazioni. Lo stabilisce l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento firmato oggi dal direttore, Massimo Romano, che si allinea  alle direttive europee in materia di antiriciclaggio.

Andranno trasmessi i dati, compreso il codice fiscale, di coloro a cui siano stati rilasciati carnet di assegni bancari o postali in forma libera o che abbiano richiesto assegni circolari, vaglia postali o cambiari liberi o di coloro che li abbiano presentati all’incasso.

La comunicazione avverrà tramite la posta elettronica certificata, integrata dal sistema della firma digitale.

Roma,  28 aprile 2008