COMUNICATO STAMPA

 

Semplificazione: al via l’impresa in 1 giorno
Parte la sperimentazione della Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa

Roma, 19 febbraio 2008 –  Da oggi l’Italia avrà una chance in più per risalire dall’attuale 65mo posto nella classifica mondiale sulla facilità con cui si può avviare un’attività imprenditoriale. Entra infatti in vigore la Comunicazione Unica per l’avvio dell’attività d’impresa, la procedura attraverso la quale le imprese potranno essere operative in 1 giorno e assolvere, al massimo in 7 giorni, gli adempimenti dichiarativi verso Registro delle Imprese, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di un modello informatico unificato. La fase facoltativa prevista dalla legge durerà sei mesi e si concluderà il 19 agosto 2008, giorno dal quale la nuova  procedura sarà operativa su tutto il territorio nazionale e per tutti i tipi di imprese. Si avranno tempi certi e veloci per i riscontri: all’impresa giungerà immediatamente - presso una casella di posta elettronica certificata (PEC) gratuita, fornita dalle Camere di Commercio - la ricevuta di protocollo della pratica che costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività.

In pratica, la “regia” delle comunicazioni viene affidata alle Camere di Commercio che, attraverso InfoCamere, la loro società di informatica, diventano l’unico front office per tutte le registrazioni ai fini dell’attribuzione del codice fiscale e/o della partita IVA e per l’iscrizione al Registro delle Imprese, ma anche ai fini, previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL).

Le modalità della sperimentazione

Come da accordi tra gli enti coinvolti (INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, Camere di Commercio) - e in attesa della pubblicazione del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che individua le regole tecniche per la trasmissione della Comunicazione Unica - la sperimentazione  avverrà secondo le seguenti modalità:

  • le comunicazioni ai fini previdenziali potranno essere eseguite inizialmente solo in alcune province “pilota” (sono state proposte: Torino, Venezia, Padova, Prato, Pescara, Ravenna, Milano, Napoli, Cagliari e Taranto) e solo da alcuni soggetti tra imprese, associazioni, professionisti che le Camere interessate coinvolgeranno nella sperimentazione e formeranno sulla nuova procedura
  • in una seconda fase, previa verifica tra gli enti coinvolti, la sperimentazione verrà estesa a tutto il territorio nazionale e a tutti i soggetti (tipi di impresa)
  • per quanto riguarda gli enti coinvolti, nel periodo sperimentale gli adempimenti che sarà possibile assolvere mediante la Comunicazione Unica saranno i seguenti:
    • Agenzia delle Entrate: tutti (dichiarazione di inizio attività ai fini IVA, variazione dati, cessazione attività)
    • Camere di Commercio: tutti (iscrizioni, modifiche, cessazioni)
    • INAIL: solo iscrizioni
    • INPS: solo iscrizioni per titolari/soci di imprese del terziario e datori di lavoro non artigiani. Sono esclusi nella prima fase gli imprenditori agricoli.

A regime anche per INAIL ed INPS, la procedura varrà non solo per l’avvio, ma anche per comunicare variazioni e cessazione dell’impresa. Per informazioni più approfondite www.registroimprese.camcom.it

Formazione e assistenza

La fase più delicata per l’avvio della nuova procedura è quella della formazione e dell’assistenza agli utenti che dovranno adottarla (imprese e tutti i loro intermediari: professionisti, associazioni di categoria, agenzie di pratiche, eccetera). A tal fine, il sistema camerale , tramite InfoCamere, ha predisposto una rete di formatori attiva su tutto il territorio nazionale, cui si affiancherà una task force di  specialisti per le problematiche più complesse. I corsi si terranno nel periodo febbraio-luglio 2008.

Per rendere più agevole la partenza della nuova procedura, il sistema camerale renderà disponibile un servizio di assistenza telefonica al numero 199 502 010 per guidare gli utenti nella compilazione delle pratiche e si coordinerà con i servizi di assistenza di Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL, che continuano ad essere il riferimento per gli utenti sulle domande nelle materie di loro competenza.

* * *
 
SCHEMA RIEPILOGATIVO

 

COS’E’

  COMUNICAZIONE UNICA AL REGISTRO DELLE IMPRESE La comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al Registro delle Imprese e, se sussistono i presupposti di legge, ha effetto ai fini previdenziali, assistenziali e fiscali, nonché per l’ottenimento del codice fiscale e/o della partita IVA. E’ esclusivamente telematica e coinvolge le Camere di Commercio, l’Agenzia delle Entrate, l’INAIL e l’INPS. InfoCamere ha predisposto un software  gratuito  denominato “ComUnica” che consente di compilare off line le denunce da trasmettere per via telematica all’Ufficio del Registro delle Imprese competente per territorio. La comunicazione è  firmata digitalmente e richiede obbligatoriamente l’indicazione del domicilio di posta elettronica certificata dell’impresa (PEC).
SOGGETTI OBBLIGATI   CHI  DEVE EFFETTUARLA Imprese o loro intermediari.
IN QUALI CASI Per l’avvio di un’attività imprenditoriale e in caso di modifiche e cessazione sazione dell’attività d’impresa.
DA QUANDO

  Dal 19 febbraio 2008 è avviata la sperimentazione in produzione della comunicazione unica per la nascita dell’impresa. E’ previsto un periodo transitorio di sei mesi decorrenti dal 19 febbraio, durante il quale gli interessati hanno facoltà di presentare alle Amministrazioni competenti le denunce secondo la normativa previgente.

PROCEDURA COME SI EFFETTUA Le Camere di Commercio hanno predisposto un Sito per i servizi per la Comunicazione Unica: www.registroimprese.camcom.it In questo sito è possibile:
  • avere tutte le informazioni e gli strumenti necessari sulla Comunicazione Unica;
  • registrarsi per ottenere le credenziali di accesso alla sezione a pagamento (previsto per imposte di bollo e diritti di segreteria);
  • spedire una Comunicazione Unica e seguirne lo stato di avanzamento;
  • cercare un’impresa attiva per denominazione o servizio e prodotto;
  • collegarsi alle banche dati delle Camere di Commercio, previa autenticazione.
L’applicativo ComUnica guida l’utente nella compilazione e composizione delle modulistiche destinate ai vari Enti, predispone il modulo principale, ovvero il modello di Comunicazione Unica, da firmare digitalmente, che funge da “copertina” a tutta la pratica, e spedisce il tutto alle Camere di Commercio. Automaticamente vengono inviate all’indirizzo certificato (PEC) d’impresa  la ricevuta di protocollo, la ricevuta della comunicazione unica, valida per l’avvio dell’impresa  e la ricevuta contenente il numero di codice fiscale e/o di Partita IVA attribuito dall’Agenzia delle Entrate nello stesso tempo, si provvede allo smistamento, verso tutti gli altri enti coinvolti, della comunicazione unica. Entro 5 giorni la Camera di Commercio di competenza comunica l’iscrizione all’indirizzo certificato d’impresa (e al mittente della pratica) ed entro 7 giorni i singoli enti (INPS ed INAIL) comunicano gli esiti di competenza sia all’impresa che al Registro Imprese.

ALTRO

  NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto interministeriale 2 novembre 2007 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 21 dicembre 2007 n. 296.
  • Legge 2 aprile 2007,  n. 40 “Conversione in legge con modificazioni del decreto legge 31 gennaio 2007 n. 7 recante misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese”, art. 9.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 1995, n. 581  regolamento di attuazione dell'art. 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, in materia di istituzione del Registro delle Imprese di cui all'art. 2188 del codice civile recante le specifiche tecniche del formato elettronico per le domande al Registro delle Imprese e al REA.
ALTRE INFORMAZIONI Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito www.registroimprese.camcom.it.