COMUNICATO STAMPA

 

Gas metano per combustione destinato a usi civili
Iva ridotta al 10 per cento fino a un massimo di 480 metri cubi annui

 

Bolletta energetica meno cara per i consumi famigliari di gas metano destinato a tutti gli usi civili. A partire infatti dal 1 gennaio di quest’anno, l’aliquota agevolata Iva al 10 per cento sarà applicata, come ricorda la Circolare 2/E dell’Agenzia delle Entrate, fino a un massimo di 480 metri cubi annui, determinando di fatto una riduzione del costo della bolletta energetica a carico delle famiglie.

Con il decreto legislativo del 2 febbraio del 2007, precisa inoltre la Circolare, l’aliquota ridotta sarà applicata non più alla sola “somministrazione di gas metano usato come combustibile per usi domestici di cottura cibi e per produzione di acqua calda”, ma alla “somministrazione di gas metano usato per combustione per usi civili limitatamente a 480 metri cubi annui”.

Le nuove modalità di fatturazione – Il nuovo sistema tariffario basato sulle fasce di consumo si applicherà a partire dal 1 gennaio del 2008. In particolare, i consumi di gas naturale riportati in bolletta/fattura verranno imputati allo scaglione di 480 metri cubi, fino a quando non verrà raggiunto questo limite, con l’applicazione dell’aliquota Iva al 10 per cento. Sui consumi che eccedono questa soglia scatterà l’aliquota ordinaria del 20 per cento. Riguardo l’applicazione dell’aliquota agevolata, la Circolare chiarisce che lo scaglione di consumo di 480 metri cubi deve intendersi riferito a ciascun anno solare. Per le somministrazioni eseguite fino al 31 dicembre 2007 troveranno quindi applicazione le regole di determinazione e le aliquote vigenti alla predetta data, anche se la fattura sarà emessa successivamente. In questo caso, nella fattura andrà anche indicato il “periodo nominale” di consumo cui la somministrazione si riferisce.

Se l’utente cambia fornitore – Nel caso l’utente, nel corso dell’anno, decida di cambiare il fornitore, come consentito dalle regole sulla liberalizzazione del mercato, il nuovo fornitore dovrà tenere conto di quanto già consumato dal cliente finale e, pertanto, applicare l’aliquota agevolata del 10 per cento alla sola quota di scaglione residua.

Il testo della Circolare è disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate – www.agenziaentrate.gov.it – all’interno della sezione “Documentazione tributaria”. Sul quotidiano telematico dell’Agenzia, www.fiscooggi.it, sarà inoltre pubblicato un articolo di approfondimento.

Roma, 17 gennaio 2008