COMUNICATO STAMPA

 

Estromissione di immobili: dal 30 aprile anche per i “minimi”

Gli imprenditori individuali, compresi i cosiddetti “minimi”, hanno tempo fino al 30 aprile prossimo per esercitare l’opzione per l’esclusione dei beni immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa con effetto dal periodo d’imposta in corso al 1°gennaio 2008.

L’Agenzia delle Entrate con la circolare 39/E fornisce i chiarimenti per l’attuazione delle norme introdotte con la finanziaria 2008 in materia di estromissione degli immobili.

La scelta comporta il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e dell’Irap nella misura del 10% calcolata sulla differenza tra il valore normale dei beni e il loro valore fiscale.

L’imposta, nel caso di bene soggetto a Iva, sarà maggiorata del 30% dell’imposta sul valore aggiunto applicabile al valore normale dell’immobile. La maggiorazione non è dovuta dal contribuente che, avvalendosi del regime dei minimi, effettua la cessione dei beni in franchigia Iva.

Possono beneficiare della facoltà di estromissione dei beni immobili strumentali coloro che esercitano attività d’impresa in forma individuale alla data del 30 novembre 2007 e almeno fino al 1° gennaio 2008.

Anche l’erede dell’imprenditore deceduto – dopo il 30 novembre 2007 – può optare per l’esclusione, a condizione che abbia continuato la attività ereditata in forma individuale. Analogamente, l’agevolazione è concessa al donatario dell’azienda che prosegue l’attività imprenditoriale del donante.

Possono essere estromessi tutti i beni immobili definiti strumentali:

  • per destinazione, cioè utilizzati esclusivamente per l’attività d’impresa
  • per natura, ovvero che per le loro caratteristiche non possono essere usati diversamente senza radicale trasformazione

Per fruire dell’agevolazione fiscale, è sufficiente che l’imprenditore assuma un comportamento concludente che lasci cioè presumere la sua volontà di optare per l’esclusione e proceda al pagamento dell’imposta sostitutiva entro:

  • il termine di presentazione della dichiarazione 2008, nella misura del 40% dell’importo dovuto
  • il 16 dicembre 2008, la prima rata della somma residua
  • il 16 marzo 2009, la seconda e ultima rata di pari importo

Il testo completo della circolare n° 39 del 15 aprile 2008 è disponibile su questo sito al seguente link


Roma,  15 aprile 2008