COMUNICATO STAMPA

 

Acconti 2008 giÓ alla prova della Visco-Sud: Il bonus 2007 trova spazio nella prossima dichiarazione

Il credito d’imposta relativo agli investimenti nelle aree svantaggiate del Mezzogiorno può essere utilizzato anche per l’acconto Irpef o Ires del 2008.

Il riconoscimento dell’incentivo è automatico. Sarà sufficiente presentare un “formulario” che evidenzi il “progetto d’investimento iniziale”.

Sono queste le novità più importanti contenute nella circolare n. 38/E emanata oggi dall’Agenzia delle Entrate a seguito della approvazione dell’agevolazione fiscale da parte della Commissione europea.

La nuova Visco-Sud, ripristinata dalla Finanziaria 2007, riporta in auge il regime di aiuti per gli acquisti o le locazioni finanziarie di beni strumentali ammortizzabili, dai macchinari ai programmi informatici ai brevetti. Potranno usufruirne le imprese che effettuano, nel periodo 2007-2013, nuovi investimenti in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise.

Prima di poter fruire dell’agevolazione, i beneficiari devono presentare all’Agenzia delle Entrate un formulario che, pur non valendo come istanza preventiva, rappresenta una condizione indispensabile per la successiva fruizione del credito.

La circolare specifica che il bonus può essere utilizzato per il versamento delle imposte sui redditi relativi al periodo d’imposta in cui sono effettuati gli investimenti, mentre per il 2007 può essere portato solo in compensazione del saldo.

L’Agenzia precisa inoltre che l’incentivo fiscale maturato nel 2007 potrà essere utilizzato anche per il versamento degli acconti – Irpef o Ires – relativi al 2008.

Roma,  11 aprile 2008