COMUNICATO STAMPA

 

Fisco: il ristorno attribuito ai soci delle cooperative mutualistiche integralmente deducibile

Gli importi assegnati ai soci di società cooperative per l’attribuzione del vantaggio mutualistico, denominati “ristorni”, sono integralmente deducibili dall’utile netto della cooperativa.

È quanto precisa la circolare 35/E di oggi, con la quale l’Agenzia delle Entrate offre ulteriori chiarimenti, oltre a quelli già forniti prima dell’entrata in vigore dell’Ires, con la circolare 53/E del 18 giugno 2002.

In particolare, l’odierna circolare chiarisce che le considerazioni espresse precedentemente restano applicabili anche alla luce del nuovo sistema di tassazione delle società cooperative, che prevede l’assoggettamento a tassazione dell’utile netto nella misura del 20%, per le cooperative agricole e della piccola pesca, e del 30% per le altre cooperative.

L’Agenzia ribadisce l’integrale deducibilità del ristorno dall’utile netto della società cooperativa, indipendentemente dalla circostanza che sia dedotto mediante imputazione a conto economico ovvero attraverso una variazione in diminuzione dal reddito imponibile.

 

Roma,  9 aprile 2008