COMUNICATO STAMPA

 

Autocertificazione unica per più scontrini non parlanti: le risposte dell’Agenzia ai dubbi dei Caf

Scontrini non parlanti validi con un’unica autocertificazione. Tutte le spese sanitarie sostenute dal 1 luglio al 31 dicembre dell’anno scorso possono essere certificate per la detrazione o deduzione Irpef con una sola autodichiarazione integrativa che contenga l’indicazione del numero identificativo di ogni scontrino, del codice fiscale del destinatario del medicinale e della natura, qualità e quantità dei farmaci acquistati.

È solo uno dei chiarimenti forniti dalla circolare n. 34/E di oggi, con cui l’Agenzia delle Entrate mette nero su bianco le risposte ufficiali agli interrogativi sollevati dalla consulta nazionale dei Centri di assistenza fiscale sulle corrette modalità di compilazione del modello 730/2008.

Tra i numerosi argomenti trattati, il documento di prassi riserva particolare attenzione alle questioni interpretative legate alle detrazioni per figli a carico di persone diverse dai genitori, di genitori separati o di genitori non residenti in Italia.
In primo piano anche le precisazioni sulle spese per canoni di affitto di studenti universitari fuori sede e sul bonus destinato ai giovani inquilini di età compresa tra i venti e i trenta anni. Non mancano poi i riferimenti alle agevolazioni fiscali per lo svolgimento di attività sportive da parte dei ragazzi fino a 18 anni e per l’acquisto di apparecchi televisivi digitali.

 

Roma,  4 aprile 2008