COMUNICATO STAMPA

 

Rimborsi Iva auto, non residenti devono presentare fattura acquisto, bollette doganali e attestato paese residenza

 

Il rimborso Iva auto relativo alla sentenza Ue dello scorso anno spetta anche ai soggetti non residenti che sono privi di un rappresentante legale in Italia e che non si sono identificati direttamente.

L’Agenzia delle Entrate con una circolare chiarisce che tali contribuenti devono presentare domanda al centro operativo di Pescara entro il termine previsto dalla legge.

Gli interessati dovranno allegare alla domanda gli originali delle fatture di acquisto e delle bollette doganali di importazione nonché una attestazione rilasciata dall’amministrazione dello Stato membro comprovante la qualità di soggetto d’imposta del richiedente.

La domanda di rimborso potrà essere presentata direttamente o inviata per posta utilizzando il modello indicato nel provvedimento del direttore dell’Agenzia del 22 febbraio scorso.

 

 

Roma, 17 settembre 2007