COMUNICATO STAMPA

 

Arriva la quietanza elettronica sul “cassetto fiscale” per i versamenti telematici mediante F24

 

Per i versamenti telematici effettuati con il modello F24 arriva la quietanza elettronica. A partire dal prossimo 30 settembre i contribuenti che utilizzano i servizi on line dell’Agenzia (F24 on-line, F24 cumulativo, F24 web) potranno ottenere direttamente sul “cassetto fiscale” accessibile sul sito tutti i dati dei pagamenti effettuati. E’ quanto prevede un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il nuovo servizio prevede, per il primo periodo di applicazione, anche l’invio di un “estratto conto” al domicilio fiscale del contribuente tramite il servizio postale. La doppia comunicazione (elettronica e tramite posta) terminerà il 31 dicembre 2007 e quindi dal primo gennaio 2008 sarà a regime la sola quietanza telematica.
In pratica, per tutti i versamenti telematici F24 andati a buon fine, eseguiti a partire dal 1° ottobre 2006 utilizzando i servizi on-line dell’Agenzia delle Entrate verranno recapitati ai contribuenti, presso il loro domicilio fiscale, tramite servizio postale, degli estratti conto riepilogativi di tutte le operazioni perfezionate e verranno rese disponibili sul “cassetto fiscale” le singole quietanze di versamento.

Con il provvedimento l’Agenzia, anche in considerazione dell’introduzione dell’obbligo per i titolari di partita di Iva di effettuare i pagamenti con modello F24 esclusivamente con modalità telematica, ha inteso razionalizzare il sistema di ricevute, in un generale contesto di miglioramento dei rapporti fisco-cittadini, rafforzando le garanzie per i contribuenti e concedendo loro la piena disponibilità di documenti validi ai fini della dimostrazione dell’avvenuto pagamento.

La sicurezza nella trasmissione dei dati è garantita dal sistema di invio telematico dell’Anagrafe tributaria basato su un meccanismo di autorizzazione a doppio fattore consistente in un codice identificativo dell’utente abbinato ad una specifica password.

 

Roma, 3 agosto 2007