COMUNICATO STAMPA

 

Aliquota agevolata Iva al 10 per cento per teatranti e musicisti

 

L’aliquota Iva del 10 per cento si applica a tutti i contratti di scrittura connessi con gli spettacoli teatrali di qualsiasi tipo, compresi opere liriche, balletto, prosa, operetta, commedia musicale, rivista; concerti vocali e strumentali; attività circensi e dello spettacolo viaggiante, spettacoli di burattini e marionette ovunque tenuti.

 

La mancata definizione di “spettacolo teatrale” fino a oggi aveva causato dubbi interpretativi in merito all’ applicazione dell’Iva ai contratti di scrittura.  Il comma 300 della Finanziaria 2007 fornisce l’interpretazione di questo concetto.

 

Quindi, in particolare, anche ai contratti di scrittura relativi ai concerti vocali e strumentali può applicarsi l’aliquota agevolata Iva del 10 per cento.

 

La circolare 37/E, emanata oggi dall’Agenzia delle Entrate, invita pertanto i propri uffici a riesaminare l’eventuale contenzioso pendente in materia, alla luce dell’interpretazione fornita.

Precisa inoltre che il comma 300 si applica anche a quei rapporti che non hanno esaurito i loro effetti al momento dell’ entrata in vigore della Finanziaria (1° gennaio 2007).

 

 

Roma,  7 giugno 2007