COMUNICATO STAMPA

 

Invio telematico dei corrispettivi a partire dagli incassi di luglio 2007 per gdo primo invio entro il 25 settembre,

per i piccoli 25 marzo 2008

 

L’invio telematico dei corrispettivi all’Anagrafe tributaria da parte dei contribuenti che esercitano attività commerciali riguarderà le operazioni effettuate a partire dal prossimo primo luglio. Partirà per prima la grande distribuzione con il primo invio entro il 25 settembre, seguita dai soggetti di grande dimensione. Mentre per i più piccoli il primo invio è previsto entro il 25 marzo 2008.

La comunicazione dovrà contenere il codice fiscale, il numero identificativo del punto vendita e l’ammontare complessivo dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi.

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Massimo Romano, ha infatti firmato due provvedimenti: uno relativo alle modalità tecniche e alla tempistica di trasmissione dei dati e l’altro relativo ai termini di decorrenza del primo invio.

I provvedimenti che attuano il decreto Visco-Bersani dello scorso anno hanno ottenuto il via libera del Garante della Privacy e sono in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Per specifiche categorie di contribuenti (esempio enti con personalità giuridica di diritto pubblico, banche, assicurazioni, Poste Italiane), le date a decorrere dalle quali diventeranno efficaci le disposizioni sull’invio saranno stabilite con successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Nel dettaglio, il provvedimento sulle modalità tecniche stabilisce che i soggetti obbligati dovranno comunicare, a regime, l’ammontare complessivo, per punto vendita, dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi, inclusi quelli per i quali è stata emessa fattura.

La comunicazione va fatta anche per le giornate in cui vi sia assenza di corrispettivi. Non dovranno invece essere trasmessi i corrispettivi conseguiti a seguito di cessione di immobili e beni strumentali, in quanto afferenti a operazioni “straordinarie”.

Per trasmettere le informazioni, i contribuenti potranno utilizzare il servizio telematico Entratel o Internet (Fisconline) oppure gli ulteriori canali di trasmissione per i quali, con successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, saranno definite le relative modalità tecniche e le procedure.

La predisposizione del file da trasmettere dovrà essere realizzata utilizzando i software di controllo forniti dall’Agenzia delle Entrate e rispettando le specifiche tecniche allegate al provvedimento.

Per l’adempimento dell’obbligo, il contribuente potrà avvalersi degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.

Il termine entro il quale effettuare, a regime, la trasmissione delle informazioni è stato correlato ai termini previsti per la liquidazione periodica dell’Iva, ed è stato fissato per il giorno 25 del mese successivo a quello di riferimento, ovvero del secondo mese successivo a ciascuno dei primi tre trimestri solari.

Per la grande distribuzione, la trasmissione sarà effettuata con cadenza settimanale, secondo quanto previsto dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate dell’8 luglio 2005.

Tornando ai termini del primo invio, le scadenze sono state determinate tenendo conto che le novità introdotte possano avere un impatto maggiore sui soggetti di piccole dimensioni e concedendo un ragionevole periodo di tempo per la raccolta, l’organizzazione e la predisposizione dei file di dati da inviare.

Il primo invio sarà quindi effettuato dai soggetti operanti nel settore della grande distribuzione ed è stato previsto entro il 25 settembre 2007.

Per chi non opera nel settore della grande distribuzione, si è previsto un invio frazionato nel tempo legato al totale dei corrispettivi conseguiti nell’anno solare antecedente a quello di emanazione del provvedimento: entro il 25 ottobre 2007, per i soggetti con corrispettivi 2006 superiori a 6 milioni di euro; entro il 25 novembre 2007, per i soggetti con corrispettivi 2006 compresi tra 600mila un euro e 6 milioni di euro; entro il 25 marzo 2008, per i soggetti con corrispettivi 2006 fino a 600mila euro (sia per i soggetti che effettuano la liquidazione mensile, sia per i soggetti che effettuano la liquidazione trimestrale dell’Iva); entro il 25 marzo 2008, per chi comincia l’attività nel corso dell’anno solare 2007.

Per tutti i soggetti interessati, i dati da trasmettere telematicamente saranno quelli relativi ai corrispettivi conseguiti dal 1 luglio 2007 all’ultimo giorno utile del periodo di riferimento dell’invio: per esempio, chi dove effettuare la prima trasmissione il 25 novembre 2007, invierà l’importo complessivo dei corrispettivi conseguiti tra il 1 luglio e il 30 ottobre 2007. I dati relativi al mese di novembre saranno inviati, a regime, con la comunicazione da effettuarsi entro il 25 dicembre 2007.

 

Roma, 30 aprile 2007