COMUNICATO STAMPA

Indagini finanziarie, prorogati i termini al primo settembre

Caselle di posta elettronica certificata, c’è tempo fino al 30 giugno

 

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono stati prorogati al 1° settembre 2006 i termini per l’entrata in vigore della procedura telematica delle richieste e delle risposte in materia di indagini finanziarie e al prossimo 30 giugno la scadenza per la comunicazione delle caselle di posta elettronica certificata da parte degli intermediari finanziari.

Il provvedimento - in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ma già disponibile sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it – s’è reso necessario per consentire la soluzione di alcuni problemi tecnici dovuti alla complessa realizzazione delle procedure di dialogo, per completare l’acquisizione delle caselle di posta elettronica certificata degli intermediari finanziari e per consentire una fase di sperimentazione, prima dell’avvio a regime del nuovo sistema di interscambio informativo.

Naturalmente, le proroghe non comportano l’interruzione dei controlli e delle procedure ordinarie. Infatti, le attuali disposizioni che regolano le indagini finanziarie in modalità non telematica resteranno in vigore fino al prossimo 31 agosto.

  

Roma, 28 aprile 2006