COMUNICATO STAMPA

Indagini finanziarie: proroghe e modifiche per la casella di posta elettronica certificata

L’Agenzia delle Entrate comunica che è stato prorogato a sabato 15 aprile il termine per la comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata da parte degli intermediari, nell’ambito delle disposizioni relative alle indagini finanziarie, comunicazioni che dovevano avvenire entro domani, martedì 28 febbraio 2006.

Il provvedimento del direttore dell’Agenzia è stato emesso in accoglimento delle numerose richieste pervenute da parte di associazioni di categoria degli intermediari finanziari.

E’ stato anche spostato da mercoledì 1° marzo a martedì 2 maggio il termine relativo alle modalità di trasmissione telematica delle richieste da parte dell’Amministrazione fiscale e delle risposte da parte degli intermediari.

L’introduzione di questo lasso temporale tra data entro cui occorre dotarsi dell’indirizzo e data di avvio della procedura avviene per consentire, attraverso prove tecniche, la soluzione di problemi concernenti l’acquisizione della casella di posta elettronica certificata.

Altra novità introdotta dal provvedimento riguarda gli intermediari finanziari di nuova costituzione: costoro dovranno comunicare il loro indirizzo di posta elettronica certificata entro 30 giorni dalla data d’inizio della loro nuova attività.

E’ bene precisare che le modifiche e le integrazioni non  interrompono né interferiscono con l’esecuzione delle indagini bancarie che comunque continuano in via epistolare.

Ulteriori particolari sul provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate sull’edizione on-line di www.fiscooggi.it.

Il testo integrale del documento, invece, è fin da ora disponibile sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it. Si ricorda infine, che i software rispettivamente >per la compilazione del tracciato e per il controllo sono scaricabili dai siti https://entratel.agenziaentrate.it e http://fisconline.agenziaentrate.it.