Homepage    Sfoglia Finanza&Fisco      Contenuti    Prodotti collegati    Servizi collegati     Link utili    Abbonamenti

Agenzia delle Entrate
COMUNICATO STAMPA

Scattata in Veneto l’operazione “Falco 1” per la caccia agli evasori dell’Iva

 

La direzione regionale del Veneto dell’Agenzia ha avviato un’operazione speciale di contrasto e di repressione delle frodi Iva nel territorio di sua competenza, denominata “Falco 1”. All’iniziativa hanno partecipato tutti i 30 uffici delle Entrate venete, impegnando 60 funzionari opportunamente formati, con la partecipazione a speciali corsi organizzati dalla stessa Amministrazione fiscale, che si sono tenuti a Genova nel 2004.

L’operazione, organizzata in adesione agli obiettivi stabiliti dalla direzione centrale Accertamento (circolare n. 7/E del 21 febbraio 2005), è diretta al contrasto delle frodi Iva in tutte le diverse articolazioni conosciute:

·        richiesta di rimborsi Iva artificiosamente determinati

·        interposizione negli acquisti Iva intracomunitari (soggetti interposti e/o soggetti interponenti)

·        false dichiarazioni d’intento rilasciate da sedicenti esportatori abituali

·        frodi carosello

·        improprio utilizzo del regime del margine.

L’intervento di controllo esterno, pertanto, viene condotto in simultanea nei confronti di soggetti che presentano elevati indici di pericolosità fiscale, cioè rilevanti indizi di coinvolgimento in sospettate frodi Iva. I soggetti in questione sono stati selezionati fra quelli già oggetto di attenzione da parte degli uffici e della direzione regionale, per essere emersi durante precedenti verifiche o a seguito di specifiche indagini effettuate dalle rispettive strutture di Analisi e ricerca, allo scopo di individuare le posizioni a rischio di frode esistenti nell’ambito della regione.

La mattina di martedì 3 maggio scorso, infatti, l’operazione è scattata e sono cominciate, in contemporanea da parte di tutti gli uffici del Veneto, 31 verifiche fiscali a carattere generale ai fini dell’Iva e delle imposte dirette che interessano, al momento, altrettante aziende operanti in vari settori economici.

Roma, 5 maggio 2005