Homepage    Sfoglia Finanza&Fisco      Contenuti    Prodotti collegati    Servizi collegati     Link utili    Abbonamenti

Agenzia delle Entrate
COMUNICATO STAMPA

Per l’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni è possibile il versamento cumulativo.
Irap: esclusi soltanto i professionisti che non lavorano in proprio.

L'Agenzia delle Entrate con la circolare n. 81/E del 6 novembre 2002, specifica che nel caso di rideterminazione dei valori di acquisto di più partecipazioni, quote o diritti non negoziati, l'imposta complessivamente dovuta può essere corrisposta anche attraverso un versamento cumulativo. In tal caso, è comunque necessario che il versamento sia riconducibile a ciascun valore delle partecipazioni, quote o diritti determinato in base alle relative perizie giurate di stima. Ulteriori particolari nell’articolo di Margherita Pignatelli nell’edizione odierna di FiscoOggi.it.

Nella stessa edizione del giornale Internet, Roberto Rosellini commenta la sentenza n. 82 del 10 ottobre 2002 della Commissione tributaria regionale di Venezia: soltanto per i professionisti sprovvisti totalmente di propria organizzazione non ricorrono i presupposti di applicabilità dell'Irap. Infatti costituisce presupposto per l'applicazione dell'imposta in esame l'esistenza di un'autonoma organizzazione, che consista nella coordinazione di quantità, anche minime, di elementi come, ad esempio, la capacità di ottenere credito o la possibilità di procurarsi una propria clientela.

Roma, 7 novembre 2002